×

Un mese di spettacoli in zona 4 perché vivere a Milano è un’Odissea

Un mese di spettacoli in zona 4 perché vivere a Milano è un’Odissea

Rassegna Cantiere Odissea
Dal 25 giugno al 25 luglio
Municipio 4
www.oscar-desidera.it/cantiere-odissea/

 

Il Cantiere Odissea è un progetto di “ricognizione” attraverso il Teatro e la Musica della Zona 4 di Milano (Porta Vittoria, Porta Romana, Forlanini, Monluè, Rogoredo). Questa zona, spesso trascurata, rivela la complessità della città, con le sue contraddizioni e le diverse storie umane che la abitano. Odissea è un progetto dell’Associazione InAtto in collaborazione con deSidera Teatro Oscar, il cui direttore artistico è Giacomo Poretti (quello del trio con Aldo e Giovanni) affiancato dallo scrittore Luca Doninelli e Gabriele Allevi.

Insomma è un progetto che porta il teatro fuori dalle sale alla scoperta della città vera: Porta Romana, Parco di Porto di Mare, Rogoredo, Corvetto, Parco Forlanini.

Sette giovani autori hanno raccolto storie e atmosfere, trasformandole in testi pulsanti ispirate appunto all’Odissea. “La madre di Ulisse” esplora il legame tra madre e figlio intorno alla stazione di Rogoredo, mentre “Circe” indaga la storia di Milano nel parco Porto di Mare. Altri testi, come “Argo,” “La nutrice,” “Telemaco,” “Penelope,” e “Le sirene,” toccano diverse sfaccettature del Municipio 4.

 

Il programma

Martedì 25 Giugno 2024, h. 21.00 • Ex Macello
Ulisse. Invito al viaggio
di e con Giacomo Poretti -
regia Paolo Bignamini -
reading a cura di Laura Palmieri e Fabio Zulli
con la partecipazione dei musicisti del Conservatorio di Milano 
Milano. Capitale lombarda sempre in movimento e mai stanca. Ovunque sorgono nuovi palazzi, nuove piste ciclabili, nuove iniziative per coinvolgere i cittadini. Ma di cosa ha bisogno oggi Milano?

Mercoledì 26 Giugno 2024, h. 20.00 • Parco Porto di Mare
Cantami o Diva 1
Da Puccini a Forrest Gump
concerto di ottoni a cura del CONSERVATORIO DI MILANO
in occasione della Giornata mondiale contro le droghe – interviene Simone Feder
In occasione della Giornata mondiale contro le droghe, abbiamo deciso di portare un po’ di bellezza in uno dei luoghi simbolo, per la città di Milano, del disagio legato alla tossicodipendenza: l’ex Bosco di Rogoredo.

Lunedì 1 Luglio 2024, h. 20.00 • Parco Porto di Mare
Circe
testo di Bianca Montanaro -
mise en espace con Roberto Trifirò e Giacomo Toccaceli -
supervisione registica Angela Dematté
Se potessimo scegliere di tornare maiali, lo faremmo? Un vecchio zio e  suo nipote dialogano per scoprire i cambiamenti della vita, il passaggio del tempo, i rimpianti e rimorsi del passato ma anche la speranza del presente.

Martedì 2 Luglio 2024, h. 21.00 • C.I.Q. Centro Internazionale di Quartiere
Simone Famiglietti Project – Cantami o Diva 2
concerto pop a cura del Conservatorio di Milano 
Un viaggio musicale tra gospel, jazz e sound popolari, caratterizzato dalla propensione ad uscire dallo schema canzone e stupire la curiosità di chi ascolta.

Mercoledì 3 Luglio 2024, h. 20.00 • Rogoredo FS
La madre di Ulisse
testo di Matteo Bonfiglioli -
passeggiata teatrale con Federico Cicinelli
Stazione di Milano Rogoredo. La voce di una madre, il corpo di un figlio: un ragazzo, arriva al Castello delle Televisioni. Un luogo dove cielo e terra si somigliano, dove il passato non è ammesso, frontiera fiabesca, tele-visibile, inaccessibile.

Martedì 9 Luglio 2024, h. 21.00 • Cascina Sant’Ambrogio
Serviga Project Duo: Trentadue battute per volare in America e tornare
Cantami o Diva 3
concerto jazz a cura del Conservatorio di Milano 
Storia di un viaggio dal Jazz italiano a quello americano, tra standard tradizionali e composizioni originali del duo.

Mercoledì 10 Luglio 2024, h. 20.00 • Cascina Nocetum
La nutrice
testo di Giulia Villa
con Carlotta Viscovo
Nel 2013, durante gli scavi archeologici sotto il pavimento della chiesa dei santi Filippo e Giacomo di Nocetum, è stata trovata la tomba di una donna. La sua storia si dipana nei secoli e ci racconta della cura che caratterizza il luogo del Nocetum.

Giovedì 11 Luglio 2024, h. 20.00 • Ex Macello
Il cane Argo
di e con Silvia Guerrieri
Il cane Argo è solo, lontano da Ulisse, non sa se il suo padrone se n’è andato per sempre oppure la speranza del suo ritorno non sarà vana. Argo paga le conseguenze di essere solo in un ambiente fatto a misura di umani.

Lunedì 15 Luglio 2024, h. 20.00 | 21.00 • Piazzale Libia
Penelope
testo e regia di Giulia Asselta -
mise en espace con Giulia Villa
Alma ci parla da un punto dello spazio e del tempo in cui i fatti sono già accaduti. Ci racconta la sua storia, la ripercorre attentamente, cercando di scoprire chi è lei ora.

Martedì 16 Luglio 2024, h. 21.00 • Oratorio San Pio V
Cantami o Diva 4
La collina. Non all’amore, non al denaro né al cielo
di e con Ciro e gli amanti di Vigevano -
voce Andrea Ricchiuto chitarra acustica Claudio Fabbrini
chitarra acustica e cori Luigi Suardi
chitarra acustica, basso elettrico e cori Fernando Tovo
Un concerto per ripercorrere l’omonimo concept album di Fabrizio De Andrè e le sue storie: sincere, crude, taglienti ma soprattutto storie di tutti noi. Storie di vita e storie di amore.

Giovedì 18 Luglio 2024, h. 20.00 • Spazio DOPO?
Telemaco
testo di Giacomo Fausti -
mise en espace con Angelo di Genio e Edoardo Spina
Un padre, rapper cresciuto nel Corvetto, e suo figlio, liceale modello, cercano un modo per incontrarsi. Sono diversi per età ed interessi ma entrambi vogliono trovare la loro strada e il loro posto nel mondo.

Mercoledì 24 Luglio 2024, h. 21.00 | 21.45 • ATM Linea 91
Le Sirene
testo di Sebastiano Colaluce –  performance itinerante dotazione audio di Silentsystem
L’autobus crea piccoli cerchi attorno alla città e non si ferma mai. L’elenco delle fermate ritorna come una litania che accompagna le vite più diverse. Vite che aspettano la loro fermata e qualcosa che gli permetta di uscire da loro stessi.

Giovedì 25 Luglio 2024, h. 21.00 • Ex Macello
Vorrei essere figlio di un uomo felice
di e con Gioele Dix
Gioele Dix mette in scena un recital vivace e documentato per affermare il comune destino dei figli: la lotta individuale per meritare l’amore e l’eredità dei padri.

 

Share this content:

Commento all'articolo