×

All’Arlecchino un ciclo di film per chi ama Aki Kaurismaki

All’Arlecchino un ciclo di film per chi ama Aki Kaurismaki

Ciclo di film “Benvenuti al cinema Laika – Omaggio ad Aki Kaurismaki”
Dal 26 giugno
Cineteca Milano Arlecchino
Via San Pietro all’Orto 9
Intero € 8,50
Ridotto (under 25 e over 65) € 7,50
Feriali ore 15 (escluso il sabato) € 5,00
Matinée ore 11 e ore 13 € 5,00
Mercoledì ore 21 (escluso i festivi) € 6,50
info@cinetecamilano.it
www.cinetecamilano.it

 

Con quel tocco di ironia e tenerezza che in fondo ci aiutano a capire (un po’) del senso della vita, Aki Kaurismaki è uno dei registi europei più raffinati, originali e apprezzati dalla critica e dal pubblico. Cineteca Milano, in collaborazione con la Finnish Film Foundation, dedica all’Arlecchino al maestro finlandese una rassegna che si focalizza in particolare sui primi film: “Benvenuti al cinema Laika – Omaggio ad Aki Kaurismaki”. Il ciclo si apre con una anteprima: la proiezione del documentario Cinéma Laika (2023), diretto da Veljko Vidak, che racconta della sala costruita da Kaurismaki nella cittadina finladese di Karkkila. Un film che offre uno sguardo non solo sul cinema come luogo, ma anche sulle persone che lo frequentano e sul mondo di amici e conoscenze di Kaurismäki.
Il ciclo di film presentati all’Arlecchino ci permettere di rivedere dei piccoli capolavori del regista finlandese. E chi ancora non li conoscesse, dia retta: passerà due ore che gli miglioreranno la vita! Questi i titoli.

 

Il programma
Mercoledì 26 giugno ore 21.00
Cinéma Laika – Anteprima
R., fot. e mont.: Veljko Vidak. Sc.: Emmanuelle Felce, Veljko Vidak. Musica: Emmanuelle Felce, Tomi Leino. Int.: Aki Kaurismäki, Jim Jarmusch, Nuppu Koivu, Simon Al-Bazoon, Maustetytöt, Herra Ylppö. Francia/Finlandia, 2023, 81’, v.o. sott. it.
Il regista Veljko Vidak ha documentato la costruzione, quasi con le mani, da parte di Kaurismaki e alcuni amici, di una sala cinematografica in una cittadina finlandese. Dice il regista: «Permeati dalle opere di Aki Kaurismäki, i personaggi che abbiamo incontrato in Finlandia recavano l’impronta dei suoi film. Ci è sembrato che uscissero dalla finzione mentre noi ci entravamo. Così, trascorrendo quasi un anno a Karkkila, anche noi siamo diventati personaggi di questa storia, e il film Cinéma Laika è diventato una finzione della realtà».
Versione in lingua originale con i sottotitoli in italiano

 

Sabato 29 giugno ore 21.00
Leningrad Cowboys Go America
R. e sc.: A. Kaurismäki. Int.: Matti Pellonpää, Kari Väänänen, Sakke Järvenpää, Heikki Keskinen, Pimme Korhonen. Finlandia/Svezia, 1989, 82’.
Anche se sono finlandesi, hanno deciso di chiamarsi “Leningrad Cowboys”. Sono una band di folk-rock-pop, la loro musica è improbabile come il loro look: smisurate scarpe a punta, capelli pure, abiti da mercatino. E un giorno partono per l’America in cerca di fortuna e successo.
Proiezione in 35MM

Leningrad-Cowboys-300x169 All'Arlecchino un ciclo di film per chi ama Aki Kaurismaki

Leningrad Cowboys go America

 

Lunedì 1 luglio ore 19.00
Ho affittato un killer
R., sc. e mont.: A. Kaurismäki. Int.: Jean-Pierre Léaud, Margi Clarke, Kenneth Colley, Serge Reggiani. Finlandia/Svezia, 1990, 80’.
Un modesto ometto che nella vita si sente un fallito opta per il suicidio. Ma fallisce anche lì. Così “affitta” un killer contro se stesso. Solo che la voglia di vivere è dura a morire, e allora ci ripensa e tenta di annullare il contratto da lui stesso stipulato. Ma ormai è troppo tardi: il meccanismo non può più essere fermato. Resta solo la fuga.
Proiezione in 35MM

Ho-affittato-un-killer-300x169 All'Arlecchino un ciclo di film per chi ama Aki Kaurismaki

Ho affittato un killer

Mercoledì 3 luglio ore 21.00
Vita da bohème
R. e sc.: A. Kaurismäki. Mont.: Veikko Aaltonen. Int.: Matti Pellonpää, Evelyne Didi, André Wilms, Kari Väänänen, Christine Murillo, Jean-Pierre Léaud. Finlandia/Francia/Svezia/Germania, 1992, 100’.
Ispirato al romanzo di Henri Murger che anche Puccini aveva letto, il film segue la vita di tre artisti di mezza età poveri, sfortunati e filosofi. E intorno una Parigi senza tempo, città dei destini incrociati, bella come un ricordo, eterna come un sogno.
Proiezione in 35MM

 

Sabato 6 luglio ore 19.00
Le luci della sera
R., sc e mont.: A. Kaurismäki. Int.: Janne Hyytiäien, Maria Heiskanen, Maria Järvenhelmi, Ilka Koivula, Juhani Niemelä, Sergei Dudko.. Finlandia, 2006, 80’.
Koistinen è un piccolo uomo senza qualità che lavora come guardiano di un grande magazzino ad Helsinki. Una sera, durante il turno di lavoro, una giovane donna lo seduce per far sì che i suoi complici riescano ad entrare nella struttura e la svaligino. Complice suo malgrado del furto, Koistinen viene condannato dalla giustizia a pagare per reati che non ha commesso.
Festival di Cannes 2006
Proiezione in 35MM

 

Share this content:

Commento all'articolo