×

Dal 1° giugno torna il cinema all’aperto: da Palazzo Reale fino a Monza

Dal 1° giugno torna il cinema all’aperto: da Palazzo Reale fino a Monza

 

Parte la grande estate dei cinema all’aperto. E l’Anteo la fa ancora da protagonista con AriAnteo e Anteo nella città, che da giugno a settembre illumineranno le serate milanesi offrendo una programmazione en plein air ricca e variegata.

Si inizia il 1° giugno presso Fabbrica del Vapore e Citylife e il 7 giugno presso la storica arena del Chiostro dell’Incoronata. Poi sarà il turno di AriAnteo che torna nel cortile di Palazzo Reale e sulla suggestiva arena AriAnteo Villa Reale a Monza.

Come da tradizione, il programma includerà i migliori film della stagione autunnale e invernale, che tornano sugli schermi estivi per una nuova occasione di incontro con il pubblico. Tra questi, i pluripremiati “La zona di interesse” di Jonathan Glazer, “Anatomia di una caduta” di Justine Triet, “Palazzina Laf” di Michele Riondino, “Perfect days” di Wim Wenders, “Past lives” di Celine Song, “La sala professori” di İlker Çatak, “La chimera” di Alice Rohrwacher e “Povere creature!” di Yorgos Lanthimos, oltre agli apprezzatissimi “C’è ancora domani” di Paola Cortellesi, “Un mondo a parte” di Riccardo Milani, “Confidenza” di Daniele Luchetti, e “Challengers” di Luca Guadagnino. Ad arricchire le proiezioni, ci saranno numerosi eventi speciali e proiezioni con ospiti.

Anteo-nella-citta-Martesana-copia-300x225 Dal 1° giugno torna il cinema all'aperto: da Palazzo Reale fino a Monza

AriAnteo Fabbrica del Vapore sarà un’occasione per condividere film che arricchiscono il progetto “Revolution is woman”, con una ampia rassegna che attraverso mostre, spettacoli, presentazioni di report e di libri, laboratori fotografici e proiezioni cinematografiche si propone come luogo aperto e libero, dedicato alle donne. Sul retro dello schermo dell’arena campeggerà un’opera di Andrea Crespi dal titolo “La rivoluzione è donna”, filo conduttore di un progetto che intende rimarcare quanto la giustizia tra i generi sia il primo indispensabile principio di ogni democrazia. Questi i titoli selezionati: “L’arte della gioia”, la seconda parte della miniserie tratta dall’omonimo romanzo di Goliarda Sapienza diretta da Valeria Golino, che il 7 giugno presenterà il film al pubblico di AriAnteo Fabbrica del Vapore; “C’è ancora domani” di Paola Cortellesi; “Gloria!” di Margherita Vicario, che ritrae le straordinarie compositrici musicali dell’800 troppo spesso dimenticate dalla Storia; “Tatami” di Guy Nattiv e Zar Amir Ebrahimi; “Inshallah a boy” di Amjad Al Rasheed. Nel palinsesto anche l’anteprima di “La Singla” di Paloma Zapata (2 luglio), sull’incredibile storia della ballerina di flamenco Antonia Singla, preceduta da un’esibizione di flamenco. Tante come sempre le prime visioni e anteprime, tra cui “The Animal Kingdom” di Thomas Cailley (13 giugno) e “La sindrome degli amori passati” di Ann Sirot e Raphael Balboni. Tra gli ospiti di AriAnteo Fabbrica del Vapore ci sarà anche Zucchero Fornaciari, che il 3 luglio presenterà il film a lui dedicato, “Zucchero – Sugar Fornaciari”.

AriAnteo Citylife inaugurerà sabato 1 giugno con la proiezione di “Perfect days” di Wim Wenders. Il programma proseguirà per tutta l’estate con anteprime, prime visioni e proiezioni speciali con ospiti. Il 3 giugno Giulia Innocenzi presenterà il suo documentario “Food for profit”, accompagnata da Lorenzo Biagiarelli. Il 7 giugno Luca Trapanese introdurrà il film “Nata per te” di Fabio Mollo, parte del palinsesto delle attività legate ai festeggiamenti dei 45 anni di Anteo, inaugurando una serie di proiezioni in collaborazione con MiX Festival che proseguiranno fino alla fine della rassegna. Tra le prime visioni, “Furiosa: a mad max saga”, “Kinds of kindness” e “Inside out 2”.

 

 

(https://www.spaziocinema.info).

Share this content:

Commento all'articolo