×

Dodici giovani artisti italiani in mostra alla Galleria Antonio Colombo

Dodici giovani artisti italiani in mostra alla Galleria Antonio Colombo

Mostra “Pittori d’Italia. Giovani, giovanissimi… anzi maturi”
Dal 28 maggio al 19 luglio 2024
Galleria Antonio Colombo Arte Contemporanea
Via Solferino, 44
colomboarte.com

 

Dal 28 maggio al 19 luglio 2024, la galleria Antonio Colombo Arte Contemporanea ospita la mostra “Pittori d’Italia. Giovani, giovanissimi… anzi maturi” che presenta opere di dodici artisti italiani contemporanei, che spaziano in un ampio spettro di stili e tendenze, dalla figurazione all’astrazione. Gli artisti in mostra sono: 108 (Guido Bisagni, Alessandria, 1978), Nicola Caredda (Cagliari, 1981), El Gato Chimney (Milano, 1981), Jacopo Ginanneschi (Grosseto, 1987), Agnese Guido (Lecce, 1982), Dario Maglionico (Napoli, 1986), Fulvia Mendini (Milano, 1966), Riccardo Nannini (Grosseto, 1980), Silvia Negrini (Sondrio, 1982), Silvia Paci (Prato, 1990), Paolo Pibi (Oristano, 1987) e Melania Toma (Vicenza, 1996).

Il titolo della mostra, “Pittori d’Italia,” insieme al sottotitolo ironico “Giovani, giovanissimi… anzi maturi,” rende omaggio all’arguzia di Ennio Flaiano e al suo famoso paradosso (“Certo, certissimo… anzi probabile”), evidenziando il sottile confine tra verità e finzione. Questa esposizione raccoglie dodici pittori italiani di diversa età e formazione, provenienti da varie regioni del paese, per esplorare e riflettere sulla pittura, uno dei linguaggi visivi più antichi.

Nannini-Riccardo-Piled-up-stuff-2-2023-acrilico-su-tela-65x46-cm-216x300 Dodici giovani artisti italiani in mostra alla Galleria Antonio Colombo

Riccardo Nannini, Piled up stuff 2, 2023, acrilico su tela, 65×46 cm

Negli ultimi anni, la pittura in Italia ha visto un rinnovato interesse, come dimostrato dalle numerose mostre nelle gallerie d’arte e dalle recenti rassegne istituzionali. Giorgio De Chirico, un maestro della pittura italiana, una volta scrisse: “Il problema della pittura (l’arte più difficile che ci sia) non si risolve a chiacchere e facilonerie.” La pittura richiede infatti sacrificio e duro lavoro, e un buon criterio di selezione degli artisti dovrebbe basarsi su qualità e dedizione.

Gli artisti selezionati per questa mostra provengono da diverse regioni e alcuni hanno vissuto o vivono all’estero. Questo dimostra che, se esiste un genoma italico della pittura, esso non può che essere spurio, contaminato e ibrido. Nessun genius loci può descrivere le complesse circostanze che hanno contribuito alla loro formazione artistica.

Caredda-Nicola-call-me-baby-2024-acrilico-su-tela-50x40-cm-242x300 Dodici giovani artisti italiani in mostra alla Galleria Antonio Colombo

NicolaCaredda, Call me baby!, 2024, acrilico su tela, 50×40 cm

La mostra si propone di esplorare questa varietà di esperienze e influenze attraverso le opere di dodici pittori. 108, noto per i suoi murales e opere astratte, rappresenta l’anima urbana e contemporanea del gruppo. Nicola Caredda e El Gato Chimney, entrambi milanesi di nascita, portano con sé un approccio più narrativo e simbolico. Jacopo Ginanneschi e Riccardo Nannini, provenienti da Grosseto, rappresentano un ponte tra la tradizione pittorica toscana e le influenze moderne.

Agnese Guido e Silvia Paci, rispettivamente di Lecce e Prato, offrono una visione fresca e contemporanea della figurazione, mentre Dario Maglionico e Fulvia Mendini, con base a Milano, esplorano temi più concettuali e astratti. Silvia Negrini di Sondrio e Paolo Pibi di Oristano portano una sensibilità unica, derivata dalle loro radici geografiche, mentre Melania Toma, la più giovane del gruppo, rappresenta la nuova generazione di artisti italiani.

Questa esposizione non è solo una celebrazione della pittura italiana contemporanea, ma anche un’occasione per riflettere sulla sua evoluzione e sul suo futuro. Le opere in mostra spaziano tra vari media e tecniche, offrendo un panorama ricco e variegato del talento artistico italiano. Ogni artista presenta una propria visione unica, contribuendo a creare un dialogo dinamico tra passato, presente e futuro della pittura.

Paci-Silvia-Cime-tempestose-2022-olio-su-tela-55x45-cm-236x300 Dodici giovani artisti italiani in mostra alla Galleria Antonio Colombo

Silvia Paci, Cime tempestose, 2022, olio su tela, 55×45 cm

 

Share this content:

Commento all'articolo