×

Al Planetario si guarda all’insù con la musica degli anni 30

Al Planetario si guarda all’insù con la musica degli anni 30

Festa al Planetario “Quando si accesero le stelle”
Lunedì 20 maggio alle 21
Venerdì 24 maggio alle 21
Civico Planetario Ulrico Hoepli
Corso Venezia, 57

Home



Secondo voi si possono coniugare musica e astronomia? Per gli studiosi de Lofficina del Planetario assolutamente sì. E approfittano del compleanno, il 94mo, della apertura del Planetario di Corso Venezia per offrire un paio di serate davvero speciali a chi ama l’esplorazione del cielo.

Lunedì 20 maggio alle ore 21, il Planetario di Milano spegnerà ben 94 candeline e per l’occasione i partecipanti alla serata avranno l’opportunità di fare un viaggio nel tempo e nello spazio, esplorando la storia del Planetario mentre si immergono nelle autentiche melodie dell’epoca. Le musiche, selezionate appositamente per l’occasione, saranno diffuse da veri e propri 78 giri su un autentico grammofono d’epoca, creando un’atmosfera magica e suggestiva.

Venerdì 24 si replica in grande stile. Stavolta la musica è dal vivo. Se ne occuperà la band The Blind Rats che suonerà brani di musica swing. The Blind Rats sono una band milanese composta da quattro talentuosi musicisti: Simone Caputo alla voce, ukulele e tromba, Luigi Napolitano alla voce e al pianoforte, Paolo Privitera alla voce e alle percussioni, e Roberto Boldi al contrabbasso. Ispirandosi ai grandi gruppi vocali degli anni ’30 e ’40 come i Mills Brothers e i Quartetto Cetra, ma con un tocco ritmico che richiama Nat King Cole Trio e Slim Gaillard, il gruppo si propone di riportare in vita armonie vocali e sonorità quasi dimenticate.

Durante la serata, mentre gli ospiti osservano il cielo stellato, The Blind Rats suoneranno dal vivo, trasportando il pubblico indietro nel tempo, proprio come nel 1930. Con la loro musica coinvolgente e il loro stile unico, la band creerà un’atmosfera magica e suggestiva, ideale per un’esperienza indimenticabile sotto le stelle.

L’organizzazione invita i partecipanti a indossare abiti in stile anni ’30 per completare l’atmosfera.

Share this content:

Commento all'articolo