×

Programma a tutto Mozart per i Pomeriggi Musicali al Dal Verme

Programma a tutto Mozart per i Pomeriggi Musicali al Dal Verme

Concerto Pomeriggi Musicali
giovedì 16 maggio – ore 10 In anteprima
giovedì 16 maggio – ore 20 concerto
sabato 18 maggio – ore 17 concerto
Teatro Dal Verme
Via San Giovanni sul Muro, 2 – 20121, Milano
Tel. 02 87 905
www.ipomeriggi.it
La biglietteria del Teatro Dal Verme è aperta da martedì a sabato ore 10 – 18
biglietteria@ipomeriggi.it / tel 02 87905 201
www.ticketone.it

 

Il programma
Direttore e pianoforte Louis Lortie
Orchestra I Pomeriggi Musicali

Wolfgang Amadeus Mozart
Rondò per pianoforte e orchestra K382
Concerto n. 20 per pianoforte e orchestra in Re minore K466
Concerto n. 23 per pianoforte e orchestra in La maggiore K488

Il pianista canadese Louis Lortie torna ad essere protagonista della 79a Stagione dei Pomeriggi Musicali al Teatro Dal Verme con un programma interamente dedicato alla musica per pianoforte e orchestra di Mozart. Lortie, rinomato per la sua presenza costante e apprezzata dal pubblico, si esibirà giovedì 16 maggio alle ore 10 e alle ore 20, oltre che sabato 18 maggio alle ore 17, sia come solista sia come direttore d’orchestra.

Il programma si apre con il Rondò per pianoforte e orchestra K382 in Re maggiore, una composizione brillante e entusiasmante che Mozart scrisse per il suo debutto viennese nel 1782. Questo pezzo, sostituendo il finale fugato del Concerto K. 175, rappresenta un esempio dello stile più aggiornato del compositore, con una serie di sette variazioni su un tema giocoso. Il solista, accompagnato da un’orchestra brillante, attraversa un caleidoscopio di variazioni, dal patetico al puramente poetico in Re minore, fino ad un Allegro esilarante culminante in una cadenza che precede la ripresa del tema originario.

Segue uno dei concerti mozartiani più celebri e innovativi, il Concerto n. 20 per pianoforte e orchestra in Re minore K466, che vede Mozart introdurre la tonalità minore e portare il dramma nella sala da concerto. Questo concerto è stato apprezzato dalle generazioni successive, influenzando compositori come Beethoven, Clara Schumann e Brahms. Mozart qui tenta una nuova strada espressiva, non esattamente romantica, ma volta a completare la sua straordinaria produzione concertistica.

La chiusura è affidata al Concerto n. 23 per pianoforte e orchestra in La maggiore K488, composto nel 1786 poco prima del debutto de Le nozze di Figaro. Attraverso i suoi tre movimenti di Allegro, Adagio e Allegro assai, questo concerto esplora e descrive il mondo dei sentimenti, offrendo una moltitudine di idee tematiche che ricordano una scena affollata di personaggi da un’opera.

Louis Lortie, con un curriculum impressionante che include la vittoria al Concorso Busoni nel 1984 e una distinzione alla Leeds Competition nello stesso anno, ha collaborato con rinomate orchestre in tutto il mondo. Oltre alle sue esibizioni orchestrali, Lortie è noto per i suoi recital e le sue performance da camera, che lo hanno portato a esibirsi nelle sale da concerto e nei festival più prestigiosi in Europa e America. Inoltre, è co-fondatore e Direttore Artistico del LacMus International Festival sul Lago di Como e ‘Master in Residence’ presso la Queen Elisabeth Music Chapel di Bruxelles. Louis Lortie è un artista di fama mondiale che continua a stupire il pubblico con la sua maestria e la sua passione per la musica di Mozart.

Share this content:

Commento all'articolo