×

Una mostra raffinata per finanziare i restauri post alluvione

Una mostra raffinata per finanziare i restauri post alluvione

Mostra Lo sguardo del sentire
Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem
Fino al 10 novembre 2024
Museo Bagatti Valsecchi
Via Gesù, 5, 20121, Milano
Orari
Mer 13:00 – 20:00
Gio – Ven 13:00 – 17:45
Sab – Dom 10:00 – 17:45
Intero 15.00 € – Ridotto 12.00 €
02 7600 6132
info@museobagattivalsecchi.org
https://museobagattivalsecchi.org/it

 

Al Museo Bagatti Valsecchi è in cartello una raffinatissima mostra dal titolo “Lo sguardo del sentire. Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem a favore della Romagna, promossa dal Museo stesso e da Credem. È un’occasione unica per gli appassionati d’arte e per il pubblico milanese di immergersi nell’affascinante panorama artistico del Seicento emiliano e di sostenere il restauro delle opere del Museo Zauli di Faenza, colpite dall’alluvione del 16 maggio 2023.

In mostra ci sono dieci capolavori dei maestri del Seicento emiliano provenienti dalla collezione d’arte Credem, insieme a otto sculture di Carlo Zauli. Questo percorso espositivo, collocato all’interno delle suggestive sale del Museo Bagatti Valsecchi, metterà in relazione il Barocco emiliano con l’identità del museo milanese, offrendo al pubblico l’opportunità di ammirare opere raramente esposte provenienti da una collezione bancaria.

bag-300x200 Una mostra raffinata per finanziare i restauri post alluvione

Uno degli elementi più significativi della mostra sarà la presenza delle opere scultoree di Zauli, uno dei più importanti scultori ceramisti italiani ed europei del XX secolo. Le sue innovazioni nell’arte ceramica e nella produzione di maioliche e porcellane hanno contribuito in modo significativo alla rinascita dell’arte ceramica in Italia e nel mondo.

Attraverso “Lo sguardo del sentire”, l’arte si unisce per sostenere l’arte, offrendo ai visitatori la possibilità di contribuire concretamente al restauro delle opere del Museo Zauli di Faenza. Il costo del biglietto per la mostra sarà di 15 euro e includerà non solo l’ingresso alla mostra e l’audioguida, ma anche un contributo di 2 euro per il restauro delle opere danneggiate dall’alluvione.

L’iniziativa rappresenta un esempio tangibile di come l’arte possa essere uno strumento di solidarietà e di sostegno per le comunità colpite da eventi catastrofici, dimostrando il potere trasformativo e rigenerante della cultura. Invitiamo il pubblico a partecipare attivamente a questa mostra, contribuendo così alla rinascita dell’arte e alla preservazione del patrimonio culturale della Romagna.

 

bagatti-300x200 Una mostra raffinata per finanziare i restauri post alluvione

Share this content:

Commento all'articolo