×

La creatività del designer De Lucchi in mostra in una chiesa sconsacrata a Piacenza

La creatività del designer De Lucchi in mostra in una chiesa sconsacrata a Piacenza

Mostra di architettura “Michele De Lucchi. Con le mani e con la mente. Quarant’anni di sperimentazione tra arte, design e architettura”
Fino al 29 giugno
Galleria Volumnia
Stradone Farnese 33, Piacenza
Martedì-Sabato
10:00-13:00
15:00-18:00

Homepage


https://www.micheledelucchi.it/

 

Una splendida chiesa rinascimentale sconsacrata e sistemata da una gallerista, Enrica De Micheli, è la spettacolare ambientazione di una mostra dedicata a una delle menti più brillante fra gli architetti italiani contemporanei, Michele De Lucchi.

La (ex) chiesa di Sant’Agostino, sede della galleria Volumnia di Piacenza merita un’escursione già di per sé. È un meraviglioso spazio espositivo caratterizzato da maestosi colonnati che si innalzano per dozzine di metri da terra dedicato al design italiano.

micheledelucchi-300x233 La creatività del designer De Lucchi in mostra in una chiesa sconsacrata a Piacenza

Michele De Lucchi, 72 anni, architetto, designer, artista

La mostra “Michele De Lucchi. Con le mani e con la mente. Quarant’anni di sperimentazione tra arte, design e architettura” è un’esplorazione del lavoro più intimo e personale di De Lucchi, noto per la sua vasta esperienza nell’ambito dell’architettura, del design e dell’arte. Curata da Paola Nicolin, la mostra delinea un percorso che attraversa oltre quarant’anni di attività creativa, evidenziando il legame profondo tra la manualità e il pensiero creativo dell’artista.

De Lucchi trova la sua principale fonte d’ispirazione nel contatto diretto con la materia, dove il lavoro manuale diventa un mezzo per esplorare nuove forme al di là dei vincoli pratici e funzionali. Il suo processo creativo si fonda sull’idea che lavorare con le mani consenta al pensiero di connettersi direttamente con il mondo fisico, trasformando le idee in oggetti significativi.

La mostra presenta una selezione di prototipi e pezzi storici che raccontano l’identità del laboratorio di design “Produzione Privata”, fondato nel 1990 da De Lucchi e Sibylle Kicherer. Questi oggetti, che includono mobili, arredi e lampade, rappresentano una ricerca sperimentale realizzata attraverso il lavoro artigianale e l’esplorazione dell’intersezione tra arte e design.

Il percorso espositivo si estende poi alle sculture e agli artworks, una ricerca avviata da De Lucchi nel 2003 e che oggi comprende oltre cinquecento opere, principalmente realizzate in legno. Queste opere uniche testimoniano il legame tra la ricerca di forme innovative e i concetti architettonici presenti nei progetti professionali dell’artista. Inoltre, sono esposti eccezionalmente tre modelli di piccole architetture in pietra del 2007.

Attenzione: consigliamo di contattare i responsabili di Volumnia per la visita. Per esempio qui: https://www.facebook.com/volumnia.space/?locale=it_IT

 

 

Foto Fausto Mazza Studio e Delfino Sisto Legnani.

Share this content:

Commento all'articolo