×

Sabato 18, musica da camera “esotica” alla Fondazione Matalon

Sabato 18, musica da camera “esotica” alla Fondazione Matalon

Concerto “Four Seasons Four Hands” (anche in streaming)
a cura di Notturno Musica con il duo pianistico di Sugiko Chinenn e Luca A.M. Colombo
sabato 18 maggio 2024, ore 16:00
18 Maggio 2024 – 16:00 – 18:00
Fondazione Luciana Matalon
Foro Buonaparte 67, Milano
Orari di apertura: martedì – sabato, 10 – 13 | 14 – 19
Foro Buonaparte, 67 – Milano
02.878781
fineart@fondazionematalon.org
info@notturnomusica.org
www.notturnomusica.org

Il programma
Yoshinao Nakada

Le quattro stagioni del Giappone
Astor Piazzolla

Le quattro stagioni di Buenos Aires

 

 

 

La rassegna MusicaPoesia, curata da Notturno Musica, fa ritorno alla suggestiva cornice della Fondazione Matalon (museo in foro Bonaparte che ha ospitato fino a poco fa una bella mostra sui Queen) con un concerto di musica da camera: il duo pianistico composto da Sugiko Chinen e Luca A. M. Colombo. Come le quattro stagioni che compongono l’anno, così quattro sono le mani che, in perfetta armonia, animano il pianoforte. Un’immagine poetica che riflette la complessità e la ricchezza della musica e della natura stessa.

Intrigante è il parallelo con la cultura giapponese, che divide l’anno in settantadue brevi periodi, testimoniando la molteplicità di sfumature che possono emergere da un’unica essenza. Proprio questa ricchezza di colori, suggestioni ed emozioni ha ispirato il duo Chinen e Colombo nell’ideazione del loro programma, intitolato “Four Seasons Four Hands”.

Il viaggio musicale inizia con la Suite “Le quattro stragioni del Giappone” di Yoshinao Nakada, compositore dal genio visionario che, con almeno sei pezzi, dipinge la varietà dei cambiamenti che caratterizzano un intero anno. Si prosegue poi con il celebre ciclo “Le Quattro stagioni di Buenos Aires” di Astor Piazzolla, dove le stagioni ritratte non sono quelle convenzionali dell’emisfero boreale, ma una rilettura originale e coinvolgente.

Tuttavia, la musica è come un intricato intreccio di note e emozioni, dove anche il pianoforte, con le sue sette note e i suoi ottantotto tasti, dà vita a un universo di sensazioni senza fine. Sugiko Chinen e Luca A. M. Colombo, provenienti da culture così diverse come l’Italia e il Giappone, hanno plasmato un approccio unico e originale al pianoforte a quattro mani. La loro sensibilità artistica, accresciuta da anni di intenso studio e performance in tutta Europa e in Giappone, si traduce in un suono avvolgente, un fraseggio libero ma rigoroso e una gamma di sfumature timbriche che spaziano dal delicato pianissimo all’energico fortissimo.

La loro carriera artistica è stata caratterizzata da un’esplorazione costante di un vasto repertorio, dalla musica italiana e francese del XIX e XX secolo al classicismo viennese, dal romanticismo nord-europeo ai grandi compositori della seconda metà del Novecento. Attraverso un meticoloso studio della partitura, Chinen e Colombo sono riusciti a penetrare in profondità nella musica, donando al loro pubblico interpretazioni vibranti e avvincenti.

L’evento è aperto ai soci dell’Associazione Notturno Musica, con ingresso libero su prenotazione. Per i non soci, è previsto un contributo di Euro 12,00 fino ad esaurimento posti.
In alternativa, è possibile seguire il concerto in diretta streaming, contribuendo con Euro 6,00.

 

Share this content:

Commento all'articolo