×

Teatro all’aperto, letture, performance: un 24-25 aprile di festa vera (con parata)

Teatro all’aperto, letture, performance: un 24-25 aprile di festa vera (con parata)

Festa del 25 aprile
Municipio 5 – Municipio 1
02 87390039
info@atirteatroringhiera.it
www.atirteatroringhiera.it

 

 

Il Municipio 5 (Tibaldi – Vigentino ecc) organizza un’iniziativa speciale per celebrare la Festa della Liberazione il 24 aprile prossimo, focalizzata sul tema “donne e resistenza”. La partecipazione dei cittadini è incoraggiata attraverso la realizzazione di piccoli manufatti personali su frammenti di stoffa, delle dimensioni di 40 x 40 cm. Questi manufatti possono essere decorati o arricchiti con simboli, parole o frasi che evocano concetti di pace. Si tratta di un’opportunità per la comunità di esprimere il proprio impegno per la pace e la resistenza in modo creativo e partecipativo.

I manufatti realizzati verranno raccolti presso diversi punti designati, dove saranno poi assemblati in una grande tela di pace. Questa tela sarà il fulcro di una parata che si terrà il 25 aprile. Prima di questa data, i cittadini possono trovare ulteriori informazioni sulla tela e sulle modalità di partecipazione sul sito web dell’Associazione Temporanea di Interesse Religioso (ATIR), dove è disponibile anche un tutorial per la realizzazione dei manufatti.

Un importante momento di condivisione e partecipazione si svolgerà il pomeriggio del 24 aprile presso gli spazi dell’Associazione L’Impronta, in Piazzale Fabio Chiesa. Qui, il gruppo “Donne Simpatiche” del Centro Culturale Conca Fallata organizzerà un laboratorio aperto ai cittadini, con particolare attenzione agli utenti diversamente abili dell’Associazione L’Impronta e della Cooperativa sociale Progetto Persona. I partecipanti avranno l’opportunità di realizzare i propri manufatti in un’atmosfera collaborativa e inclusiva.

A conclusione del laboratorio, il gruppo delle Donne Simpatiche e i sarti di SerpicaLab Stadera si occuperanno di assemblare tutti i manufatti raccolti in una grande tela. Questo gesto simbolico di unione e solidarietà rappresenta un atto di resistenza relazionale, che valorizza il contributo delle mani femminili e sottolinea l’importanza della cura, del tempo e dell’impegno nella costruzione di un mondo più pacifico e inclusivo.

La tela sarà esposta durante uno spettacolo all’aperto che si terrà in serata e successivamente sarà utilizzata come tappeto su cui siederanno gli spettatori. Questo momento di condivisione e riflessione sulla resistenza e sulla pace sarà accessibile a tutti, con ingresso libero e gratuito, e si concluderà con un dj set curato da Teen City Zona 5 e la Cargobike.

Il 25 aprile ’24, in occasione della festa della Liberazione, il Municipio 1 di Milano organizza una parata nel quartiere Crocetta/Porta Romana in collaborazione con numerose associazioni e enti locali. La manifestazione, giunta alla sua terza edizione, è stata ideata con la collaborazione di ATIR, ANPI e molte altre organizzazioni del territorio.

La cornice tematica della parata di quest’anno è “donne e resistenza”, scelta in linea con l’importanza del ruolo delle donne nella lotta per la libertà e la giustizia sociale. Il filo conduttore dell’evento è un’azione di arte partecipata, volta alla realizzazione di una grande tela che simboleggia l’unione e la solidarietà.

Il percorso della parata comprenderà diverse tappe significative nel quartiere di Crocetta/Porta Romana, durante le quali verranno poste corone sulle lapidi dedicate ai partigiani. Durante il percorso, sono previsti interventi musicali, letture e performance che celebrano il contributo delle donne alla resistenza e alla lotta per la libertà.

All’arrivo della parata al Teatro Carcano, è prevista una serie di letture e performances, seguite dalla presentazione della performance teatrale “Scarpe rotte”, realizzata dalla compagnia teatrale PEM Habitat Teatrali in collaborazione con ATIR e la cooperativa sociale Comunità Progetto. L’evento si concluderà con canti, performances e un brindisi finale, offrendo un momento di condivisione e riflessione sulla resistenza e sulla pace.

 

Share this content:

Commento all'articolo