×

“We are dreamers”: sogno e colore per una installazione in piazza San Babila

“We are dreamers”: sogno e colore per una installazione in piazza San Babila

Dal 15 al 21 aprile in Piazza San Babila (angolo Corso Vittorio Emanuele II) non si potrà non essere attirati da una installazione che potrà accogliere migliaia di visitatori in un percorso interattivo. Si intitola We are dreamers e l’hanno realizzata le designer milanesi Elena e Giulia Sella: si tratta di un’anteprima di un progetto più ampio che presto sarà presentato in una capitale europea, in collaborazione con Vivo Concerti.

A due passi dal Duomo di Milano, We Are Dreamers è un invito ai visitatori a sognare e a connettersi con la magia della natura e del mondo che ci circonda. Una scultura arcobaleno si staglia nel paesaggio cittadino come simbolo di meraviglia e positività: un tunnel di archi color pastello trasporta i visitatori in un paesaggio incantato di fiori e farfalle, facendo vivere un viaggio esperienziale unico.

BRL_9534-300x200 "We are dreamers": sogno e colore per una installazione in piazza San Babila

Elena e Giulia Sella sono due giovani designer che stanno giocando con l’approccio tradizionale all’idea di museo. Puntano su un concetto di inclusività e immersione. Le due creative milanesi si sono già fatte notare alla Design Week del 2017 con “Mirror of the Day” al SuperStudio in Via Tortona, un’installazione che ha reso il visitatore il reale protagonista dell’esperienza, mettendo al centro l’interazione e la condivisione, filo conduttore dei vari progetti delle designer. Si sono ripetute poi nel 2018 con la “Millennial Pink Room”, un progetto “Instagram-friendly” dominato dal rosa rivolto alla generazione dei Millennial dove dominava il “Millennial Pink” e nel 2019 con “The Pool Club”, un container pensato per il coinvolgimento dei visitatori al cui interno sono stati esposti arredi ed elementi creati dalle designer, oltre alla realizzazione di una zona experience con una piscina di palline rosa ideata per l’interazione.

Elena e Giulia, inoltre, sono fondatrici e creative director di diverse mostre immersive come Museum of Dreamers, Candy World Experience e Space Dreamers, che dal 2022 ad oggi hanno attirato più di 1.000.000 visitatori in tutta Europa e oltre 500 milioni di impressioni sui social, attraverso numerose interazioni accomunate da un approccio innovativo, per coinvolgere adulti e bambini e trasportarli in un contesto magico e sognante.

Share this content:

Commento all'articolo