×

Festival MiTo: Beethoven, Puccini, Servillo, Massini… E persino Torino e Milan nel programma

Festival MiTo: Beethoven, Puccini, Servillo, Massini… E persino Torino e Milan nel programma

festival MITO SettembreMusica 2024 
dal 6 al 22 settembre
varie sedi
Biglietteria Teatro Dal Verme 
via San Giovanni sul Muro, 2
02 87 905 201 
biglietteriamito@ipomeriggi.it 
Giorni e orari di apertura martedì / sabato 10.00 – 18.00 
www.ipomeriggi.it/acquista
www.ticketone.it 

 

È già stato presentato e si stanno aprendo le prevendite per l’edizione 2024 del superfestival MITO SettembreMusica. Si svolgerà dal 6 al 22 settembre, coinvolgendo Torino e Milano  ma con lo sguardo all’Europa. Quest’anno infatti si segnala la partecipazione di una realtà musicale da Lione, e in futuro non si escludono puntate a nord (leggi Monaco di Baviera).

Sotto la guida del nuovo Direttore artistico, Giorgio Battistelli, il festival promette un programma ancora più ricco e variegato, con poche repliche fra una città e l’altra, anzi l’obiettivo è spingere il pubblico a spostarsi fisicamente  e magari creare un “pubblico di MITO”, attraverso uno scambio culturale più stretto tra le due metropoli.

L’inaugurazione ufficiale del festival avrà luogo venerdì 6 settembre nella suggestiva cornice di Piazza San Carlo a Torino con una maestosa esecuzione della Nona Sinfonia di Beethoven, diretta dal giovane ma talentuoso Michele Spotti, Direttore musicale dell’Opera e della Filarmonica di Marsiglia, che guiderà i complessi del Teatro Regio di Torino.  Beethoven, con la sua musica rivoluzionaria e senza tempo, sarà un filo conduttore che attraverserà l’intera programmazione del festival, offrendo uno sguardo al passato per illuminare il presente.

A Milano, il cartellone si aprirà domenica 8 settembre al Teatro alla Scala con la prestigiosa Filarmonica della Scala sotto la direzione di Riccardo Chailly. Il programma includerà opere di Luciano Berio, Wolfgang Rihm e Maurice Ravel.

Un elemento chiave del festival è rappresentato da cinque diversi temi che permeano la programmazione. Oltre al tema principale “MITOlogie orchestrali”, che offre una panoramica sul mondo delle orchestre e della musica sinfonica, il festival presenta una serie di sottotemi che aggiungono profondità e varietà al programma complessivo. Tra questi, “Ascoltare con gli occhi”, che mette in risalto l’aspetto visivo della musica attraverso concerti che spaziano dal Barocco alla Contemporanea, e “Artistiche imprese”, un progetto innovativo curato dal celebre drammaturgo Stefano Massini, che esplora il rapporto tra le storiche aziende Martini & Rossi e Campari e le città di Torino e Milano.

Inoltre, per commemorare il centenario della scomparsa di Puccini, il festival presenta il tema “Puccini, la musica e il mondo“, che celebra il grande compositore attraverso una serie di concerti e spettacoli che mettono in luce l’influenza e il lascito duraturo della sua musica. Sarà molto seguita la performance di Toni Servillo con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali.

Un altro punto innovativo del festival è rappresentato da “Musica su due piedi”, un innovativo progetto che fonde il mondo del calcio con quello della musica contemporanea, celebrando le leggendarie squadre di calcio del Milan e del Torino. In particolare, in occasione del 75º anniversario della tragedia di Superga, MITO rende omaggio alla squadra del Grande Torino attraverso un progetto musicale simbolico che unisce le due passioni delle due città.

Il festival offre anche un palcoscenico per giovani talenti italiani, offrendo loro l’opportunità di esibirsi in proposte musicali innovative e coinvolgenti, aprendo nuove porte alla loro carriera artistica.

Qui il programma dei concerti a Milano
Qui il programma dei concerti a Torino
https://www.mitosettembremusica.it/it

 

Share this content: