×

Sono intensi gli “Istanti” di Attilio Melfi in mostra alla Galleria Cenacchi di Bologna

Sono intensi gli “Istanti” di Attilio Melfi in mostra alla Galleria Cenacchi di Bologna

Istanti è una intensa mostra personale di opere ad olio su tela di Attilio Melfi. Allestita negli spazi di Galleria Studio Cenacchi, in Via Santo Stefano 63 a Bologna, è curata da Emanuela Agnoli e propone oltre 20 opere inedite eseguite negli ultimi due anni.
Lavori di grande e medio formato, ispirati alla terra natia dell’autore, il Salento, con vedute di città e marine, a Bologna e ai suoi dintorni, alla Roma notturna.

Luoghi diversi e distanti uniti da ciò che la curatrice definisce, nel titolo del testo critico che accompagna l’esposizione, “L’enigma dell’istante”, cioè “l’attimo zero rappresentato dalle sensazioni vissute dall’artista” in quel preciso momento in cui fotografa il paesaggio che ha davanti ai suoi occhi e che poi trasporrà su tela.

Scrive Emanuela Agnoli nel testo critico: “Dalle marine agli scorci urbani, i dipinti di Attilio Melfi, nativo di Brindisi ma bolognese di adozione, ci trasmettono le emozioni del momento, la poesia della luce, il sentimento dei luoghi dell’anima, la memoria e la nostalgia delle proprie radici. […] L’emozione del dipingere guida la mano dell’artista e ne deriva un piacere estetico nel godere di un momento, di uno scorcio, di un panorama: il soggetto visto e vissuto viene ripensato e rielaborato con il proprio occhio interiore, che ne fa qualcosa di unico, al di fuori del tempo e dello spazio.

Dalle opere di Attilio:, dice la curatrice, “emerge un modo di guardare il mondo attento, delicato, di chi non cede alla fretta e si interroga: su molti dettagli l’artista ritorna, ritoccandoli, anche a distanza di tempo, e mettendosi continuamente in discussione, nella ricerca costante, a volte perfezionistica, di quell’istante intenso, forse magico, vissuto e da far rivivere appieno a chi, sensibile, osserva, si lascia coinvolgere e riesce persino a commuoversi.”

Le tele di Melfi sono “dense”, colme di contrasti di luce e di un sentimento intenso per la bellezza che ci circonda. Bellezza che l’artista riesce a trasferire a chi si prende il tempo di guardare con attenzione le sue opere, varie nei soggetti scelti e contemporaneamente legate dal suo lavoro pittorico che trae origine dalla volontà di trasmettere quel preciso attimo di rivelazione.

Chi è Attilio Melfi
Attilio Melfi nasce a Brindisi nel 1964, nell’84 si trasferisce a Bologna, che diventa la sua città adottiva. Qui, dove tutt’ora vive e lavora, studia Ingegneria Civile e si laurea nel 1990.
Dopo una lunga carriera, che lo porta in tutto il mondo per la realizzazione di grandi opere e progetti infrastrutturali, nel 2017 riscopre la passione per l’arte e la pittura. Lo fa a partire da contesti urbani, che inizia a dipingere prevalentemente ad olio su tela. È già stato protagonista di varie mostre personali come quelle di Roma nel 2022, di Brindisi  lanno precedente, e in altere collettive come  Lucca, della primavera 2021

Due parole anche sulla Galleria Studio Cenacchi
La galleria, fondata nel 2016, nasce dalla ricerca e passione di Jacopo Cenacchi per l’arte contemporanea. Lo spazio espositivo, di oltre 150 mq, si sviluppa su tre piani dello storico Palazzo Ghiselli Vasselli, in Via Santo Stefano, nel pieno centro di Bologna. La location, fortemente connotata da volte, resti di affreschi cinquecenteschi e capitelli, è stata scelta anche per far dialogare in modo costruttivo lo spazio, insolito per
una galleria d’arte contemporanea, e le opere di volta in volta esposte.

 

Mostra Attilio Melfi – Istanti
a cura di Emanuela Agnoli
Dal 24 febbraio al 23 marzo 2024
Galleria Studio Cenacchi
via Santo Stefano 63, Bologna
da martedì a sabato ore 16.30 – 19.30 o su appuntamento
051 265517 (whatsapp business – telegram)
galleria@studiocenacchi.com

attiliomelfi.com

 

Share this content: